English version
Home page »
Bonifiche: Ministero e Agenzia Ambiente Slovacchia visitano cantieri Sogesid

Da Taranto a Brindisi, fino a Manfredonia e Castel Volturno per conoscere le attività rivolte a bonifiche e risanamento. Biscaglia: “Scambio di esperienze strategico”.

Roma, 12 apr – Rappresentanti del Ministero dell’Ambiente della Slovacchia e dell’Agenzia ambientale nazionale SAPZ hanno visitato tra lunedì e martedì alcuni dei più importanti cantieri che vedono a lavoro la Sogesid, con l’obiettivo di conoscere le esperienze della società di ingegneria in house del Ministero dell’Ambiente nel campo del risanamento. “E’ una visita – spiega il Presidente e Amministratore delegato della società, Enrico Biscaglia – che ci onora e che ci aiuta a far conoscere la qualità del lavoro che la Sogesid, con ruoli diversi e tutti di grande responsabilità, sta portando avanti in varie Regioni italiane. Credo – conclude Biscaglia – che lo scambio di conoscenze, specie nel campo in continua evoluzione del risanamento ambientale, possa essere considerato di importanza strategica”.
Lunedì 9 la delegazione slovacca, accompagnata dal dirigente Sogesid Enrico Brugiotti, ai tecnici della Società e rappresentanti dello studio internazionale Morandini&Associati, ha visitato il porto di Taranto e potuto constatare l’avanzamento dei lavori per la realizzazione del primo lotto della cassa di colmata funzionale all’ampliamento del quinto sporgente del molo polisettoriale, su cui Sogesid, nell’ambito di un’intesa con il Commissario dell’Autorità portuale tarantina Sergio Prete, ha realizzato il progetto preliminare e definitivo ed oggi svolge la direzione dei lavori. Sempre nel porto, la delegazione ha visto le attività nell’area “ex Yard Belleli”, rivolte alla messa in sicurezza e la bonifica della falda superficiale, su cui la società in house del Ministero ha svolto le attività di progettazione ed è Soggetto Attuatore.
Successivamente la visita si è spostata nell’area “Micorosa” del Sito d’interesse nazionale di Brindisi, in cui la Sogesid ha svolto il progetto preliminare e definitivo, di particolare rilevanza perché prevede il coordinamento tra i progetti pubblici e privati per il recupero della complessa zona contaminata. A Manfredonia (Fg), la parte slovacca ha poi potuto conoscere le innovative tecnologie di messa in sicurezza permanente delle discariche Pariti e Conte di Troia, oggi in via di ultimazione.
Martedì, assieme al Presidente e Amministratore delegato della Sogesid Enrico Biscaglia, la delegazione slovacca ha effettuato un sopralluogo nel cantiere “SO.GE.RI” di Castel Volturno, in provincia di Caserta: anche in questo caso la società italiana ha svolto la progettazione preliminare ed esecutiva della messa in sicurezza di una delle più vaste discariche tra quelle della cosiddetta “Terra dei Fuochi” e oggi svolge con i suoi tecnici il ruolo di direzione dei lavori e di responsabile del procedimento. Proprio nell’occasione dell’incontro è stata annunciata l’approvazione del progetto esecutivo, con la consegna definitiva della restante parte dei lavori.
La presenza in Italia delle autorità slovacche fa seguito a una recente visita dei rappresentanti Sogesid a Bratislava, nel quale è stato possibile intensificare lo scambio di esperienze nel campo del risanamento ambientale che la parte slovacca intende rivolgere in particolare alle necessarie attività di salvaguardia delle acque nella Regione di Banská Bystrica e per le quali il Ministero dell’Ambiente Slovacco e l’Agenzia SAZP vorrebbero sottoscrivere un protocollo d’intesa con Sogesid per il supporto tecnico-specialistico.

 

 



 

 

 

 

 

 


 

Via Calabria, 35 00187 Roma Tel:06.420821 Fax:06.483574 sogesid@pec.sogesid.it Cod.Fisc. e p.IVA 04681091007
SOGESID Home Page