English version
Home page » Attività
:: Le attività

Ecco alcune delle principali attività che vedono impegnata Sogesid.


Nel campo della gestione della risorsa idrica, la Società:

  • opera a supporto tecnico, amministrativo, legale e contabile del Commissario Straordinario Unico per gli interventi di collettamento, fognatura e depurazione (DPCM 6 aprile 2017) oggetto di condanna della Corte di Giustizia europea in tutto il territorio nazionale;

  • ha concentrato in questi anni la sua azione su 86 opere nel comparto fognario-depurativo delle Regioni Sicilia, Calabria e Campania, a supporto dell’attività degli ex commissari straordinari;

  • agisce con i suoi tecnici al fianco alla Regione Campania per l’aggiornamento del Piano di tutela delle acque e negli interventi di depurazione, collettamento, riqualificazione e compensazione ambientale in circa 40 comuni di tutte le province campane, in particolare quelle di Napoli e Caserta; 

  • nella penisola sorrentina ha realizzato il progetto preliminare e definitivo, diretto i lavori e le attività di sicurezza nell’impianto di depurazione di Punta Gradelle a Vico Equense (Na), oggi in funzione, che consente il risanamento dell’ambiente marino e costiero protetto in una delle aree a maggiore attrattiva turistica del Paese;

  • fornisce supporto tecnico alla Calabria per la riorganizzazione del Servizio Idrico integrato: ciò ha permesso alla Regione di superare la condizionalità imposta dalle istituzioni europee per l’utilizzo dei fondi strutturali 2014-2020;

Sulle bonifiche è attiva in diversi Siti d’interesse nazionale (SIN), di supporto alle amministrazioni centrali e locali.

In particolare,

  • nel SIN di Taranto, coordina il lavoro di dragaggio dei sedimenti nel Porto e la realizzazione del primo lotto della cassa di colmata funzionale all'ampliamento del quinto sporgente.  Ha inoltre realizzato la progettazione ed è soggetto attuatore della bonifica della falda superficiale dell’area ex Yard Belleli. A supporto dell’attività commissariale nell’area tarantina, ha redatto il progetto e assunto la direzione esecutiva delle opere di rimozione dei rifiuti marini dal Mar Piccolo;

  • nel SIN di Brindisi, ha svolto il progetto preliminare e definitivo della bonifica della falda nell’area di Micorosa, che prevede una barriera idraulica di protezione delle acque sotterranee della discarica;

  • nella “Terra dei Fuochi” lavora alla bonifica di alcune discariche, tra cui la So.Ge.Ri nel comune di Castelvolturno, la ex Resit, la Novambiente e la “Masseria del Pozzo / Schiavi” di Giugliano;

  • è soggetto attuatore della progettazione definitiva della bonifica della falda nelle aree ex Sin e Sir di Massa-Carrara e dell’attuazione degli interventi urgenti in tre aree residenziali interessate da sversamento di rifiuti e contaminazione;

  • sostiene l’impegno del Ministero dell’Ambiente negli adempimenti in materia di bonifica da amianto, riferiti in particolare allo strumento del credito d’imposta e alla progettazione degli interventi;

  • fornisce supporto amministrativo, gestionale e tecnico specialistico per la realizzazione degli interventi di competenza del commissario straordinario per la bonifica del SIN di Crotone;

 

L’assistenza tecnica alle amministrazioni


Il contributo della Sogesid si sviluppa attraverso lo strumento delle convenzioni, che portano la Società a lavorare con il suo personale altamente qualificato presso il Ministero dell’Ambiente, in campi quali la gestione delle risorse idriche, le bonifiche, il ciclo dei rifiuti, la difesa del suolo, la protezione della natura, lo sviluppo sostenibile e la salvaguardia dell’ecosistema, la valutazione ambientale delle opere, la cooperazione e il contatto con gli stakeholder impegnati in campo ambientale.


Oltre a essere impiegata nell’attività specialistica di tutte le Direzioni del dicastero, il personale Sogesid cura alcuni progetti di particolare rilievo:

  • sul fronte della Programmazione dei fondi europei, collabora con le direzioni competenti del Ministero sui progetti “CReIAMO PA” e “Mettiamoci in RiGa” (PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020) che hanno l’obiettivo di migliorare la qualità e l’efficacia nell’attuazione delle politiche ambientali ai vari livelli di management;

  • presso la Direzione “Clima ed Energia”, accompagna la gestione e l’implementazione di diversi piani e programmi: tra questi il “POI Energia” (rinnovabili e risparmio energetico), il “programma sperimentale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”, quello di “riqualificazione energetica della PA centrale”, il piano di efficientamento energetico degli edifici pubblici e a uso pubblico, il programma per l’efficienza energetica nelle isole minori e le misure di adattamento agli impatti dei cambiamenti climatici contro le frane nei comuni montani, in conformità con la relativa Strategia nazionale di Adattamento;

  • per la Direzione “Sviluppo Sostenibile” fornisce assistenza specialistica nel corso del negoziato europeo e internazionale. Svolge in particolare supporto tecnico alla preparazione delle documentazioni e degli incontri negoziali sul clima, oltre che per gli altri contesti internazionali. Lavora alle attività attuative dell’Agenda 2030 e dei suoi “Substainable goals”, alla cooperazione con le Nazioni Unite, le agenzie ONU, le istituzioni multilaterali tra cui quelle del sistema bancario e finanziario. Collabora con le strutture del dicastero ai protocolli d’intesa internazionali opera per l’implementazione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile e della SEN (Strategia Energetica Nazionale), come anche per altri progetti quali la produzione di dati in materia di modellistica Macroeconomica/Econometrica in collaborazione con il Ministero dell’Economia;

  • nella Direzione “Salvaguardia del Territorio e delle Acque” supporta tra le varie attività la definizione del Piano Operativo Ambiente previsto nella programmazione dei Fondi Sviluppo e Coesione 2014-2020, lavora sugli interventi programmati e finanziati nell’ambito del Fondo Infrastrutture Ambientali (ex articolo 1 comma 140 della Legge di Bilancio 2017) e sui contenuti delle linee di intervento del PON Governance;

  • fornisce assistenza tecnico specialistica alla Direzione “Rifiuti e Inquinamento” in tutte le attività riguardanti l’applicazione delle normative nazionali ed europee;

  • nella direzione “Protezione Natura e Mare” contribuisce tra le altre attività allo sviluppo delle attività legate al rapporto sul “Capitale Naturale”, i progetti europei "SUPREME" e "SIMWESTMED", sul tema dell’implementazione della pianificazione dello spazio marittimo, come anche all’implementazione delle attività previste dalla direttiva Habitat per la rete “Natura 2000”

  • nella direzione “Valutazioni Ambientali” garantisce supporto tecnico-specialistico per l’attuazione delle normative previste a livello nazionale e continentale con specifico riferimento a VIA, VAS e VINCA.

Nel settore dei rifiuti

  • Fornisce supporto tecnico-specialistico al commissario di governo per il superamento delle procedure di infrazione sulle discariche abusive: si occupa in particolare di 11 siti, localizzati in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, cui se ne aggiungeranno altri nei prossimi mesi;

  • agisce al fianco della Regione Calabria per l’adeguamento dell’attuale piano regionale di gestione dei rifiuti: questo lavoro ha consentito nell’aprile 2017 di ricevere la nota con cui la Commissione Ue ha ritenuto soddisfatta la condizionalità ex-ante necessaria per l’accesso ai fondi di programmazione europei;

  • nella ex Cava Ranieri del comune di Terzigno (Na), in una zona sottoposta a vincolo Paesistico e Paesaggistico Ambientale ricompresa nel Parco Nazionale del Vesuvio, sta completando le attività di rimozione, smaltimento e recupero di rifiuti funzionali al rilancio archeologico-culturale dell’area;

  • lavora alle attivitą di rimozione dei rifiuti nei comuni interessati dalle C.d. Compensazioni Ambientali;

Sul dissesto idrogeologico

  • ha ricevuto dal Presidente della Regione Sardegna, quale commissario straordinario al Dissesto, l’incarico di stazione appaltante e supporto tecnico-specialistico per cinque opere di mitigazione del rischio localizzate nel nord-est dell’isola;

  • nell’area naturale protetta del Parco Nazionale del Vesuvio, anche a seguito degli incendi del periodo estivo 2017, ha sottoscritto con l’Ente Parco un’intesa volta al ripristino dei luoghi, alla prevenzione dei rischi, alla manutenzione delle infrastrutture verdi, alle azioni rivolte a una nuova fruizione turistica sostenibile delle risorse naturali del Parco attraverso una rivisitazione dei sentieri. In un anno ha portato a termine tutte le attività previste dalla prima fase, con la progettazione di tre sentieri, la ricognizione del rischio dissesto, la definizione di un sistema informativo territoriale, altre attività per l’interconnessione della sentieristica e la piena vivibilità delle aree protette.

  • nel Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni ha completato le attività di rimozione di manufatti abusivi presso il complesso immobiliare “Castelsandra” di Castellabate (SA), provvedendo alla rinaturalizzazione delle aree protette;

  • E’ impegnata nell’aggiornamento del patrimonio informativo territoriale e ambientale del “Geoportale Nazionale” (in ottemperanza alla direttiva europea INSPIRE), a supporto della Consulta Nazionale e attraverso l’attuazione di due progetti pilota nelle città di Roma e Venezia, con oltre 350 strutture pubbliche coinvolti, tra comuni e soggetti che gestiscono dati territoriali;

 
In campo internazionale

  • Svolge con il suo personale il supporto al Ministero dell’Ambiente nel negoziato globale sul contrasto ai cambiamenti climatici e dà il suo contributo nell’ambito dei molti accordi di collaborazione e cooperazione internazionale che intercorrono tra l’Italia e diversi Stati di tutti i continenti sui temi ambientali. Fornisce assistenza tecnica alla direzione competente del Ministero per sviluppare i protocolli bilaterali di collaborazione sottoscritti dall’Italia con diversi Paesi africani, asiatici, dell’Oceania, dell’America centrale e del Sudamerica sul fronte ambientale.

  • È soggetto attuatore del progetto TWEES, previsto da un’intesa tra i governi di Italia e Cina, per il risanamento dei corpi idrici del distretto di Tongzhou, area a sud-est della città di Pechino. Si è conclusa la prima delle due fasi del progetto, rivolta a una valutazione dei piani e delle strategie di disinquinamento dei fiumi attraverso un modello matematico e relativi scenari di intervento;

Via Calabria, 35 00187 Roma Tel:06.420821 Fax:06.483574 sogesid@pec.sogesid.it Cod.Fisc. e p.IVA 04681091007
SOGESID Home Page